Les jeux d’enfants

Progetto INFANZIA
Laboratorio teatrale con spettacolo come esito performativo

l quadro
Bruegel dipinge “Les jeux d ‘enfants” nel 1560.
In esso sono rappresentati 250 bambini soli, in una piazza grande come un paese, impegnati in 75 giochi differenti: nonostante questo l’atmosfera è cupa, il loro mondo appare chiuso e non v’ è traccia di sorriso.

Un mondo chiuso, apparentemente immutabile, dove non c’è relazione. Forse un’incomunicabilità tra le differenti tappe della vita dell’ uomo.
Ma certo dipingendo i bambini come piccoli e seri uomini lascia a noi uno spazio di lettura che ci invita ad alcune riflessioni cogliendo le contraddizioni che sono il pane per chi fa teatro.
Nel laboratorio si riprendono i giochi rappresentati nel quadro ed i ragazzi – guidati in scena dagli attori – si fanno interpreti di loro stessi, dei propri disagi, delle proprie aspettative di vita.
Nello spettacolo – vero teatro danza – si parla di desideri, quelli indotti e quelli no, di frustrazioni, di gioie e di tristezze che appartengono ad un ‘età speciale. Si accendono fuochi, veri e metaforici, si fanno capriole e si dicono poesie.
Ironicamente, strappando sorrisi di vero divertimento, Viganò ci dice che è difficile diventare grandi e ci offre un diverso sguardo sui ragazzi.
Un po’ malinconico, forse, non edulcorato nè stereotipato e molto teatrale.

ALLEGATI